Segnalazione di illeciti (whistleblowing)

 

Il D.Lgs. n. 24/2023, attuativo della direttiva UE n. 1937/2019, riguarda la protezione delle persone che segnalano violazioni di disposizioni normative nazionali o dell’Unione Europea. La nuova disciplina è volta al miglioramento dello strumento del Whistleblowing, al fine di garantire uno standard europeo comune nella prevenzione dei fenomeni corruttivi e delle violazioni di legge, nel settore pubblico e privato. L’istituto in questione si conferma un importante presidio per la legalità, per il buon andamento e l’imparzialità delle pubbliche amministrazioni.

Cosa si può segnalare

Comportamenti, atti od omissioni che ledono l’interesse pubblico o l’integrità della pubblica amministrazione che consistono in illeciti amministrativi, contabili, civili o penali.
Le disposizioni del decreto non si applicano alle contestazioni, rivendicazioni o richieste legate ad un interesse personale del segnalante (art. 1 D.Lgs. 24/2023).

L’elenco delle condotte illecite che possono essere segnalate con la nuova disciplina è contenuto nell’art. 2 del D.Lgs. n. 24/2023.

Chi può segnalare

Il segnalante (whistleblower) è la persona fisica che effettua la segnalazione sulle violazioni di cui sia venuto a conoscenza in ragione del proprio rapporto lavorativo.

Possono presentare segnalazioni: i dipendenti, i consulenti e i collaboratori a qualunque titolo della Camera di commercio Venezia Giulia, i dipendenti e i collaboratori dell’Azienda speciale Zona Franca e delle società in house Aries scarl e VGS plus srl, nonché i dipendenti e i collaboratori di imprese che forniscono beni e servizi o che realizzano opere in favore dell'Ente camerale.

A chi segnalare

Il destinatario delle segnalazioni è il Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza (RPCT) della Camera di commercio Venezia Giulia, ruolo ricoperto dal Segretario Generale, dott. Pierluigi Medeot.

Come segnalare

Le segnalazioni devono essere trasmesse attraverso i canali appositamente predisposti:

  • canale interno: tramite piattaforma informatica appositamente attivata dalla Camera di commercio Venezia Giulia oppure mediante incontro diretto da richiedere al RPCT
  • canale esterno: solo se ricorrono le condizioni previste dall’art. 6, co. 1, del DLgs.24/2023 può essere effettuata una segnalazione esterna all’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) tramite l’applicazione Whistleblowing - www.anticorruzione.it (link esterno)


Il canale di segnalazione interna istituito dalla Camera di commercio Venezia Giulia è accessibile al link vgcamcom.segnalazioni.net  (link esterno) a cui si rinvia per ogni ulteriore informazione sulle modalità di inoltro della segnalazione.